1 ESERCIZIO PER CAMBIARE VITA

Oggi parliamo di paura, la paura di cambiare vita.

Molti di noi hanno spesso il desiderio di cambiare lavoro, di partire e andare all’estero, reinventarsi e crearsi un proprio business , oppure hanno semplicemente il desiderio di cambiare stile di vita per renderla migliore, ma interviene sempre la paura.

Intervengono mille dubbi, mille preoccupazioni e alla fine ci lasciamo condizionare.

 

La maggior parte delle volte, lasciamo tutto così com’è, perchè cambiare i piani ci sembra troppo complicato, mentre se rimane tutto statico, ci adattiamo.

Mi sono trovato molto spesso in questa situazione e quindi oggi vorrei condividere con te un esercizio che mi è sempre stato di grande aiuto per superare le mie paure.

ESERCIZIO:

Basteranno una penna, un pezzo di carta e circa 10-15 minuti del tuo tempo.

Il primo esempio che mi viene in mente è quello di partire e andare all’estero, ma possiamo usare questo esercizio per qualsiasi tipo di paura, per ogni situazione.

Supponiamo che tu abbia paura di mollare il tuo lavoro per cambiare vita e andare all’estero, magari vuoi andare a Londra o in Australia, o da qualsiasi altra parte del mondo.

 

Writing

 

PASSO 1

 

Per prima cosa scrivi il titolo della tua paura, in questo caso potrebbe essere “paura di andare in Australia” e le “sottopaure”, ovvero il perchè hai paura di fare questo passo.

Potresti avere paura di mollare tutto quello che hai costruito fino ad ora in Italia e magari non trovare lavoro in Australia, oppure di rimanere all’estero senza soldi e non sapere cosa fare.

Le paure possono essere tante, ma è importante metterle per iscritto per poterle affrontare faccia a faccia.

 

PASSO 2

Dopo averle scritte tutte, ti invito a riflettere su una domanda.
Se tutte quelle paure scritte davanti ai tuoi occhi dovessero realizzarsi, se le cose dovessero andare proprio nella peggiore delle ipotesi… che cosa potresti fare? Quali soluzioni puoi trovare?

Se ci pensiamo bene ci accorgeremo che non sarebbe davvero così tragico, nessuna realizzazione di queste paure potrebbe portarci a conseguenza gravi, come la morte, giusto?

Se davvero non troviamo un lavoro e rimaniamo senza soldi, possiamo sempre tornare in Italia, magari vivere per qualche mese a casa dei nostri genitori oppure trovarci un nuovo lavoro per avere uno stipendio con cui ricostruire la nostra vita.

Spesso ci immaginiamo queste paure come dei giganti insormontabili, mentre quando li scriviamo nero su bianco e andiamo a leggerli e ad affrontarli uno ad uno, ci rendiamo conto che nessuna di queste cose potrebbe distruggere la nostra vita. Forse dovremo affrontare un periodo difficile, per riprenderci dalla botta che abbiamo preso e magari ci dispiacerà ammettere che abbiamo un po’ fallito, ma non sarà niente di irreparabile.

 

PASSO 3

Dopo aver scritto la colonna delle soluzioni alle tue paure, traccia una riga e sull’altra parte del foglio scrivi invece tutte le cose straordinarie che potrebbero succedere se questa esperienza dovesse andare per il meglio.

Potresti trovare il lavoro dei tuoi sogni, o la tua anima gemella, la tua vita potrebbe cambiare completamente e magari potresti decidere di trasferirti definitivamente.

Scrivi tutte le esperienze meravigliose che potresti fare e quando avrai terminato, vai a rileggere tutto ciò che hai scritto.

Molto probabilmente, come è successo anche a me, ti renderai conto che i vantaggi che avresti superando questa paura, sarebbero molti di più, rispetto alle cose negative.

Molto spesso gli svantaggi sono pochi, come può esserlo ad esempio il fatto di rimanere senza soldi e dover tornare indietro, mentre le cose belle che potrebbero succedere sono tantissime e non te ne rendi conto fino a quando non le scrivi e le confronti.

Una volta che andrai a rileggere tutto quanto, probabilmente prendere una decisione ti sembrerà molto più semplice. Penserai che tutto sommato, anche se le cose non dovessero andare come ti immagini, avresti comunque un piano B.

L’ultima volta che ho utilizzato questo metodo, è stato a settembre del 2015, quando avevo la mia agenzia a Milano, allo stesso tempo anche un forte desiderio di fare le valigie e viaggiare di nuovo il mondo.

Avrei voluto poter gestire il mio business semplicemente da un computer portatile, ma pensavo fosse una cosa impossibile.

Avevo paura di perdere tutti i clienti e rimanere senza soldi, di dover tornare a fare il mio vecchio lavoro di barman. La paura di fallire mi ha bloccato per mesi e mesi, fino a quando non ho fatto questo esercizio e mi sono reso conto che nella peggiore delle ipotesi, se fossi riuscito davvero a trasferirmi in Thailandia (che era quello che più desideravo) per gestire i miei clienti anche online e mi fossi accorto che non andava bene, dopo un mese sarei potuto tornare nel mio ufficio e recuperare un mese di lavoro perso. Oppure, se avessi perso tutti i clienti, avrei potuto cercarmi un altro lavoro o spostarmi in Australia per mettere da parte un po di soldi, o ancora, sarei potuto tornare dai miei genitori in Italia.

Avevo tante soluzioni alternative, che prima non mi ero mai accorto di avere.

Ma soprattutto, è stato rileggere la colonna delle cose belle che potevano succedermi, che mi ha portato a scegliere di cambiare davvero.

E come puoi immaginare, è andata più che bene!

Le cose si sono evolute oltre le mie aspettative e oggi mi trovo ancora in giro per il mondo e la qualità della mia vita è davvero ottima.

Cambiare vita spesso può essere un rischio di fallimento, è vero, ma può anche rivelarsi la chiave per lo stile di vita che hai sempre sognato!

Questo esercizio ti permette di identificare meglio le paure che sono bloccate nella tua testa e che restando ferme li, possono soltanto ingigantirsi. In questo modo non solo avrai modo di affrontarle, ma troverai anche il coraggio di prendere decisioni importanti.

Questo è il mio consiglio e anche il mio augurio!

A presto,

Gabri